Un secolo di Hank Williams: perché il senior è ancora importante per la musica country

  Hank Williams Hank Williams posa per un ritratto intorno al 1948 a Nashville.

Il nome Hank Williams arriva con un sacco di connotazioni, grazie ad una breve ma focosa ascesa e ad un altrettanto rapido burnout che lo ha reso un Paese leggenda.

Era un cantautore stimolante, un artista energico, un tragico tossicodipendente, una fragile vittima della spina bifida e, in base al suo ritratto del suo matrimonio con Audrey Williams, un po' una regina del dramma.

  Benito Antonio Martinez Ocasio e Gael García Bernal nel'Cassandro'. Esplorare

Domenica (17 settembre) segna il centenario della sua nascita in Alabama, e la pietra miliare del secolo vede la sua eredità sfrecciare su due binari. Da un lato, era un cantautore rivoluzionario la cui capacità di trasformare eventi della vita reale in soap opera melodiche e poetiche ha influenzato generazioni di artisti e compositori. Dall'altro, rimane una figura mitologica che morì sul sedile posteriore di una Cadillac durante un viaggio notturno per andare a un concerto, un passaggio tanto misterioso e frainteso quanto la sfortuna in cui incappò - o creò - durante i suoi 29 anni di vita. terra.

Né la sua traccia artistica né il suo livello iconico di tragedia avrebbero importanza 10 decenni dopo la sua presentazione se Hank Sr. non avesse avuto un tale impatto.

Tendenze su Bij Voet

'È così ingannevolmente difficile fare quello che ha fatto, come la capacità di avere umorismo e sposarlo con emozioni reali, crude e oneste', afferma Ward Hayden, la cui band di Boston Ward Hayden & the Outliers ha pubblicato Una celebrazione di Hank Williams dal vivo il 1 settembre. “Ha sicuramente trovato qualcosa di unico, motivo per cui penso che così tante persone abbiano usato la sua musica come ispirazione. Voglio dire, ha davvero fissato il livello.

I tradizionalisti dicono spesso che Hank Sr. non sarebbe stato in grado di ottenere un contratto discografico nella moderna Nashville, ma ciò non significa che la sua presenza non sia ancora sentita. In Hailey Whitters ', recentemente inserito nella top 20 del singolo 'Everything She Ain't', la cantante promette di essere 'l'Audrey per il tuo Hank'. E dentro Walker Hayes ', nell'attuale 'Good With Me', si prende gioco di se stesso: 'Buddy pensa che tutto quello che canto fa schifo/perché non suona come Hank.'

Questa è una delle critiche più frequenti del country moderno: gli artisti che citano Hank Sr. potrebbero anche non conoscere, per non parlare di apprezzare, la sua musica. Anche nei casi in cui ciò è vero, quegli artisti sono ancora in debito con lui per la rivoluzione che ha portato al genere.

'Chiunque scriva una canzone personale, in un certo senso, risale a Hank perché quando ha iniziato, la gente scriveva canzoni più generiche - sai, le tragedie e le canzoni del cuore, la famiglia, la casa e Dio', dice la Country Music Hall di Lo scrittore senior di fama e museo Michael McCall. “Non era così personale, ma Hank ha percepito tutte quelle cose e le ha rese personali. La gente aveva la sensazione che stesse cantando la sua vita.

Spesso lo era. 'Cold, Cold Heart', 'Your Cheatin' Heart' e 'You Win Again' - una ballata dolorosamente sconvolta registrata il giorno dopo che il suo secondo divorzio da Audrey divenne definitivo - erano tutti incentrati su quella relazione centrale. Anche adesso, Kelsea Ballerini, Megan Moroney, Maren Morris, Jason Aldean e Thomas Rhett sono solo un'infarinatura degli artisti country le cui vite o le loro convinzioni personali sono incorporate nel materiale che registrano.

'Abbiamo tutti la sensazione di conoscere Dolly Parton', afferma il nipote di Williams, l'artista della Mercury Nashville, Sam Williams. “Le persone della mia generazione, con i miei gusti musicali, conoscono Miley Cyrus – siamo cresciuti con Miley Cyrus, conosciamo le sue diverse sfaccettature. E penso che così tante persone siano in grado di sentire di conoscere [Hank Sr.] per l'onestà che mette nelle sue canzoni.

Sam non ha mai incontrato suo nonno, ma sulla base delle registrazioni, crede di aver ereditato alcuni degli stessi tratti personali: la tendenza a essere frainteso, un senso dell'umorismo 'stupido', una forte etica del lavoro e un atteggiamento da romantico senza speranza. Ha registrato per la prima volta una delle canzoni di Hank Sr. in occasione del centenario. Sam offre 'I'm So Lonesome I Could Cry' con lievi cambiamenti melodici, trame di accordi più scure e un arrangiamento robusto che accresce la disperazione nel testo.

Sam ha pubblicato la sua versione venerdì (15 settembre) e la eseguirà al Grand Ole Opry il 16 settembre e di nuovo durante un concerto tributo alla Hall of Fame il 21 settembre, insieme alle apparizioni delle sorelle Hilary e Holly Williams, Lyle Lovett, Connie Smith e altri. È probabile che molti degli artisti cambieranno il suono delle canzoni di Hank Sr., in parte perché è così facile da fare. Ray Charles, Tony Bennett, Al Green, Pirati del Mississippi, George Thorogood, Charley Pride, Linda Ronstadt e Hayden's Outliers sono tra i tanti artisti che hanno trovato nuove trame nei suoi classici, come ha fatto Hank Williams Jr., il più famoso.

'Le canzoni sono versatili', dice Hayden. 'Non è una tela bianca, ma è una tela che può essere riorganizzata senza cambiarla completamente.'

Parte di ciò deriva dalla costruzione delle canzoni di Hank Sr.: testi colloquiali con strutture di accordi di base e melodie cantabili. Ha lasciato molto spazio alla reimmaginazione.

'C'era qualcosa nella semplicità della musica e nel modo in cui la diceva', nota Josh Turner.

La presentazione semplice non significa che Hank Sr. avesse una storia semplice e unidimensionale. Per quanto sia facile concentrarsi sul dolore nelle sue ballate o sul profondo pozzo di ispirazione da cui attingeva, era anche consapevole del suo pubblico ed era intenzionato a sviluppare materiale che si connettesse. In particolare in brani uptempo come 'Honky Tonk Blues', 'Move It On Over', 'Honky Tonkin'', 'Jambalaya (On the Bayou)', 'Mind Your Own Business' o 'Hey, Good Lookin'', uno può percepire il nucleo di una grande esperienza concertistica costruita per soddisfare una folla.

'Era proprio uno di quei motori di carisma nella prima musica popolare americana che la portò al livello successivo', dice Sam.

In definitiva, l’eredità di Hank Sr. è difficile da raccontare completamente. Nonostante tutta la musica identificabile nel suo catalogo, è sorta una mitologia attorno al suo bere, alle droghe, ai litigi con Audrey e alle sue mancate esibizioni ai concerti. I suoi problemi alla colonna vertebrale gli creavano dolore e lo portavano a trattamenti sperimentali, e sicuramente influenzavano parte del comportamento irregolare. Quella tragedia, però, esiste dietro una nebbia di folklore.

“È simile a [Johnny] Cash. Rosanne dice che puoi applicare qualsiasi cosa a lui e funziona perché lui era tutte quelle cose”, dice McCall. “Hank era così. La mitologia è diventata un po’ diversa da quella che era, e nessuno poteva essere all’altezza di quel tipo di mitologia, ma quei miti sono forti e influenzano le persone”.

Hank Sr., come artista, ha sicuramente avuto un effetto. Il suo lavoro ha ispirato artisti del calibro di Merle Haggard, George Jones, Bob Dylan, Randy Travis, Kris Kristofferson, Bob McDill, Dean Dillon e Rodney Crowell: chiunque abbia attinto da quegli artisti o dai loro eredi stilistici sta ricevendo il suo spirito di seconda mano. Ma parte dell’eredità che accompagna le sue creazioni è ciò che Hayden chiama “l’archetipo del cantante country condannato”.

Keith Whitley, morto per overdose di alcol quando aveva 30 anni, apparentemente ci ha creduto e ha pagato un prezzo. Anche Turner ha acquistato Hank, ma non del tutto. I comportamenti emotivi e il materiale emotivo fanno entrambi parte della storia che circonda Senior all'inizio del secolo.

“È sicuramente un avvertimento”, avverte Turner. “Ma è stato anche fonte di ispirazione perché, nonostante il dolore, è stato in grado di andare e fare grandi cose”.

Vuoi sapere di cosa parlano tutti nel mondo della musica?

Informati su

Condividi Con I Tuoi Amici

Chi Siamo

Other Side of 25 Fornisce Le Notizie Più In Voga Sulle Celebrità Delle Tue Star Preferite - Copriamo Le Interviste, Le Esclusive, Le Ultime Notizie, Le Notizie Di Intrattenimento E Le Recensioni Dei Tuoi Programmi Televisivi Preferiti.