Bonnie Raitt ha la febbre primaverile: 5 takeaway dal suo spettacolo gioioso al Beacon Theatre di New York

  Bonnie Raitt Bonnie Raitt

Bonnie Raitt era andata a fare una passeggiata nel parco - il Central Park di New York - in questo giorno di primavera, la cantante ha detto al suo pubblico al primo dei suoi due spettacoli da tutto esaurito venerdì (1 aprile) al Beacon Theatre di Manhattan. Questo californiano si è meravigliato di come i newyorkesi hanno reagito alla febbre primaverile.

'Abbiamo ancora un sacco di succhi che scorrono, non importa da quanti decenni siamo stati su questa terra', ha detto Raitt, 66 anni, che ha poi dimostrato questo fatto in uno spettacolo generoso e gioioso di due ore per una folla adorante dei suoi coetanei generazionali, così come dei fan più giovani.

  Pietre rotolanti' Really Big 'Ed Sullivan

Bonnie Raitt, Jackson Browne e Graham Nash continuano a non sostenere le armi nucleari mentre i colloqui sul clima di Parigi si allentano

In tour per promuovere il suo album appena uscito, Scava in profondità , il seguito del suo set vincitore di un Grammy nel 2012, Slipstream , Raitt era in una forma magnifica: sicura di sé, coinvolgente e sexy, mentre cantava e suonava la sua chitarra slide a collo di bottiglia con un'anima bruciante.

Suonando davanti a una tela progettata per sembrare un cielo spalancato, Raitt ha comandato il palco Beacon. La sua versione della vetta delle classifiche del 1987 INXS hit 'Need You Tonight' ha aperto il set. E Raitt ha assaporato le pause serrate della sua band di quattro elementi mentre abbracciava giocosamente la sessualità della canzone: 'C'è qualcosa in te / che mi fa sudare'.

Lo spettacolo si è concentrato innanzitutto sul nuovo repertorio di Raitt, canzoni che aveva registrato in attesa di partire per questo tour esteso, come il blues-rocker 'Gypsy in Me' e l'esplosione politica di 'The Comin' Round Is Going Through'. Raitt ha detto: 'Prendiamo soldi dalla politica e mettiamo in prigione i criminali'.

Bonnie Raitt parla di 'Dig In Deep', Life on the Road, elezioni dirottate e 'consapevolezza straziante' della saggezza con l'età

Ancora Raitt ha premiato i fan di lunga data con un ricco campione di canzoni dei suoi oltre cinque decenni come una delle cantanti di radici e blues più amate d'America: il suo remake di Gerry Rafferty 'Right Down the Line', Willie Dixon/ JB Lenoir classico blues 'Round and Round', un allenamento per tutta la band su 'Something to Talk About', una squisita 'Angel From Montgomery' acustica. e un bis emozionante di 'I Can't Make You Love Me', che ha portato a delle scuse ironiche Raitt :

'Se non ci spezzassimo il cuore', ha scherzato, 'non avrei un concerto'.

Ecco 5 takeaway dal ritorno di Raitt a New York.

Non si tratta solo di musica

Ambientalista di lunga data, Raitt ha usato la sua versione di I lupi 'Shakin' Shakin' Shakes' per rimarcare che la centrale nucleare del Diablo Canyon in California opera vicino a una faglia sismica e per attirare l'attenzione sui volontari nella hall del teatro che cercano di chiudere la centrale nucleare di Indian Point a New York, 50 miglia a nord di Manhattan. Questa musicista cresciuta quacchera, che salva i posti nei suoi tour per i sostenitori del cambiamento Fondo Guacamole , ospitò anche volontari per l'organizzazione di aiuto ai musicisti Dolce sollievo e una raccolta di cibo da parte del gruppo che combatte la fame Rock Can Roll .

Una delle migliori band in circolazione oggi

'Che ne dici di questa band!' ha detto Raitt. Questo quartetto veterano ha guidato le sue esplorazioni musicali ovunque, dal sensuale ('Woman Be Wise' della donna blues Sippie Wallace) al sacro ('Hear Me Lord' dallo Zimbabwe Oliver Mtukudzi) e ritorno. Bassista Hutch Hutchinson ha gettato le basi per il blues-rock di Raitt dai primi anni '80. Il chitarrista George Marinelli è stato il fioretto di Raitt dal 1993 e ha portato un delizioso mandolino in 'Angel from Montgomery'. Il batterista Ricky Fataar, con crediti che vanno da I Rutti a I ragazzi da spiaggia , ha suonato per la prima volta con Raitt nel 1982 Luce verde album ed è in tour con lei dal 1990. All'organo e alla voce, Mike Finnigan (tastierista di lunga data con Crosby, Stills & Nash ) è il nuovo arrivato in questo club itinerante, ma conosce Raitt da quando ha suonato con Maria Muldaur nei primi anni '70. La sua voce solista attiva BB King 'Don't Answer the Door' è stato il momento clou della serata.

Dare credito dove è dovuto

'Dig in Deep' contiene cinque canzoni scritte da Raitt, il numero più grande da allora in uno degli album del cantante Fondamentale nel 1998. Ma sul palco è stata generosa con gli scrittori che ha interpretato di recente, tra cui Bonnie Bishop e Pat McLaughlin . E un ricordo della profonda comunità musicale di Raitt è venuto nei suoi riferimenti passeggeri ai collaboratori nel corso dei decenni: Los Lobos, Chris Smither , Piccola impresa , Lowell George , Taj Mahal , Delbert McClinton e altri. Sta ancora costruendo quella comunità, invitando il giocoso gruppo blues/R&B The California Honeydrops ad aprire queste date del tour.

Una lunga storia d'amore con New York

'Fai finta che sia The Ritz intorno al 1986', ha detto Raitt, mentre la sua band ha scavato in una versione di 'Burning Down the House' del Teste parlanti , evocando una data in cui ha suonato tre decenni fa nel luogo noto oggi come Webster Hall. Ha fatto riferimento per tutta la serata alla sua lunga storia a New York: cantando al Gaslight Café nel Greenwich Village nel 1970 e allo Schaefer Music Festival nel Wollman Rink di Central Park, dove si è esibita per la prima volta nell'agosto 1971 (quinta in cartellone dietro Robert Klein , John Denver , Dione e Jackie Lomax ). 'Ho così tanti amici e altri musicisti là fuori, è una notte pelosa per me', ha detto. Tra coloro che sono stati acclamati: suo fratello, il musicista David Raitt; Afropop Worldwide ospite Sean Barlow, chitarrista Fattura Frisell , e Immersione di Lake Street la frontwoman Rachel Price. Non c'era bisogno di gridare per Susan Sarandon, che guardava dall'ottava fila al centro.

Come il padre, come la figlia — Duraturo

Il padre di Raitt, la star di Broadway John Raitt, si è seduto accanto a sua figlia la notte - 21 febbraio 1991 - ha vinto i suoi primi quattro Grammy Awards, incluso l'album dell'anno per il suo album rivoluzionario, Nick del tempo . Raitt, morto nel 2005, ha cantato professionalmente fino alla fine della sua vita. Mentre la serata volgeva al termine, sua figlia ha evocato il suo nome e le durature carriere di Tony Bennett e la defunta B.B. King, mentre raccontava al suo pubblico, a tarda sera, il suo più grande desiderio. 'Spero', ha detto, 'lo faremo per altri 20 anni'.

Condividi Con I Tuoi Amici

Chi Siamo

Other Side of 25 Fornisce Le Notizie Più In Voga Sulle Celebrità Delle Tue Star Preferite - Copriamo Le Interviste, Le Esclusive, Le Ultime Notizie, Le Notizie Di Intrattenimento E Le Recensioni Dei Tuoi Programmi Televisivi Preferiti.